Lega del Cane - Sezione di Padova

I principali 6 errori quando educhi il cane

L’educazione e l’addestramento del tuo cane sono due aspetti molto importanti, che se non vengono svolti nel modo giusto possono provocare dei problemi. Ecco perché oggi ti abbiamo proposto questo articolo, ti diremo quali sono i principali errori commessi nell’addestrare il cane e ti spiegheremo come evitarli.

 

1. Chiedere aiuto ad uno “pseudo-esperto”

 

Quando il vostro amico amico a quattrozampe entrerà in casa, soprattutto se è il vostro primo animale, entrerete nel panico e chiederete aiuto a chi sembra avere più esperienza di voi: all’amico che ha letto dei libri, al vicino di casa che ha sempre avuto cani e pensa di sapere tutto. Sbagliato perché ogni cane ha il suo carattere e le sue esigenze. Rivolgiti al tuo veterinario che saprà valutare lo stato di salute del tuo animale e potrà consigliarti degli addestratori professionisti.

 

2. Tormentare il cucciolo con coccole e parole dolci

 

Uno degli errori più comuni che commetti quando educhi un cucciolo è quello di trattarlo come se fosse un neonato: asfissiarlo di abbracci, baci e carezze non è un modo corretto per educarlo. Lascia che esplori l’ambiente che lo circonda, la casa nuova è un luogo da fiutare da cima a fondo.

 

3. Si lo faccio dopo

 

Non rimandare l’educazione del tuo cane. C’è chi afferma che fino a 6 mesi un cane non è in grado di assimilare niente, non è vero! Il processo di apprendimento inizia da subito e non termina mai.

 

Se non lo addestrate dal principio commettere un grande errore, la costanza e la pazienza sono essenziali.

 

4. Punire gli sbagli

 

Una punizione non favorirà un miglior apprendimento in un cane, e sarà meno efficace di un “Bravo”. Una sgridata può generare paura e diffidenza al cane nei tuoi confronti, cos’ hai sbagliato nella tua educazione per aver fatto in modo che il tuo cane sbagliasse? La colpa è sempre del padrone e mai del cane!

 

Per educare il tuo cane usa sempre il rinforzo positivo, premia ciò che fa bene con carezze, parole affettuose e qualche biscottino che gli piace tanto (occhio alle quantità perché non vogliamo mica scrivere un articolo su “Come far dimagrire il tuo cane” oppure “Come aprire una palestra per i cani cicciottelli”)  🙂

Secondo te non è molto meglio che il tuo cane associ un’esperienza positiva rispetto ad un castigo?

 

5. Non correggerlo quando morde

 

Non sottovalutare mai il morso di un cane, ha sempre un significato e bisogna sempre capirlo in tempo! Si dice che sia normale che un cucciolo morda per giocare, per farsi i denti e per capire come usarli. Un errore molto comune è non correggerlo quando morde, permettere al tuo cane di morderti fin da quando è cucciolo può diventare un problema quando cresce e non riesce a controllarsi.

 

Questo è uno dei casi in cui il rinforzo negativo può avere un senso, tuttavia la punizione non deve essere MAI colpire o urlare verso l’animale, ovvero maltrattarlo!

 

Se il tuo cane ti morde mentre giocate assieme (situazione comune) dovete fermarlo se vi fa male. Fate come loro: per esempio, quando due cuccioli nel momento del gioco si mordono e uno dei due morde più forte dell’altro, il cane che viene morso emette un suono di dolore ed il gioco s’interrompe.

 

6. Troppo permissivi o troppo autoritari

 

Trovare una via di mezzo non è semplice, molti padroni risultano essere troppo permissivi ed altri troppo autoritari. Non devi sottomettere il tuo cane ma nemmeno consentirgli di poter far tutto. Il cane cerca nel padrone una figura di riferimento e di fiducia!

 

Educare il cane richiede costanza, tempo e pazienza. Devi capire che il tuo animale non imparerà da un giorno all’altro. Per questo, è importante non perdere la calma né la voglia. Devi saper essere autocritico e capire dove hai sbagliato per correggere gli errori che magari stai commettendo.

Ricordati anche che non gli si può insegnare tutto in una sola volta. Andate passo per passo, dalle cose più semplici a quelle più complicate. Non stressatevi ad imparare e fare tutto subito!

Seguendo questi semplici consigli affronterai il suo addestramento con amore e pazienza, in questo modo riuscirai ad avere un cane felice ed educato 🙂

 

#CanilediRubano

2 commenti

  • Gennaro D'Alessandro ha detto:

    Salve , io ho adottato un setter inglese di quattro anni ; è con me da tre mesi , ed ha imparato tante cose , come il “vieni qua ” , “andiamo ” , che è associato alla passeggiata , importante , ha imparato a camminare al guinzaglio , ed altre cose semplici di questo genere . La cosa che mi preoccupa è il fatto che da un po’ di tempo ringhia , non sempre, quando ci avviciniamo a lui , ma lo fa scodinzolando , però un po’ di paura l’abbiamo . Cosa mi consigliate , grazie.

  • Donatella ha detto:

    Grazie sono molto carini questi aiuti Donatella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *